14° TROFEO S. IPPOLITO – FIUMICINO: il resoconto del DT. Ma anche Mezza dei Castelli …

Dopo Colonna, anche il S. Ippolito di Fiumicino registra il suo record di classificati, arrivando a quota 920, grazie all’impegno della Sea Runners, società organizzatrice, e del suo dinamico presidente Ciro Bossa, che non è altoatesino come pensano in molti leggendo il suo nome.
Bancari impegnati su due fronti, nella “quasi” mezza dei Castelli Romani, km 20,500, e nella quattordicesima edizione del Trofeo S. Ippolito. Risultato: netta vittoria per società nella gara corta e terzo posto dopo LBM e Podistica Solidarietà nella gara dei Castelli. In quest’ultima hanno operato Claudio Leoncini e Giorgio Lamberti, con il sommo Claudio che ha ritirato i pettorali il sabato e li ha distribuiti questa mattina e il pio Giorgio rimasto a fare il bags watcher nella nostra postazione di partenza-arrivo.
A Fiumicino il nostro furgone, con il trio Oronzini- Farina-Arrigoni, atterrato alle 6.45 ha verificato con somma sorpresa di non essere come sempre giunti per primi, purtroppo un Gazebo era già stato montato. La sorpresa è rientrato quando è stato individuato il Gazebo: era quello dei Bancari, montato da Oronzini la sera del sabato, aveva dormito nel piazzale della partenza della gara all’interno del Furgone e questa mattina era andato a prendere la coppia Farina- Arrigoni alle 6.30!!!.
Scongiurato pertanto il pericolo di non avere la pole gazebale, i magnifici tre, raggiunti dar “dentiera” (Andrea Cacciani) alle 7.30 iniziavano la distribuzione dei 105 pettorali e delle pesanti sacche di partecipazione.
Alle 8.30 sopraggiungevano anche la presidente e il coach, con formazione pertanto al completo, senza Claudio Leoncini che ci guardava dalle colline romane.
Solo due no-show e tanti cambi sia di un paio di atleti non iscritti e sia di due che pensavano di esserlo: controllate sempre l’elenco degli iscritti ad una specifica gara sul sito.
Ospite importante al gazebo, Roberta Del Vescovo, con stampelle, ma siamo tutti convinti che i tempi di ripresa della nostra ragazza, saranno quelli di Valentino Rossi.
Alle 9.30 partenza, con tappeto che dava il real time, cosa buona e giusta, ancora più giusta sarebbe se anche le classifiche di categoria, come facciamo noi per quelle societarie, fossero fatte sul real time, molti atleti, specialmente di categorie over 60, probabilmente non si metterebbero come front runners sulla starting line.
Rapida quadratura con Alessandro e dopo 33.26 arrivava il vincitore della gara maschile: Milana Christian della running evolution e il suo tempo non faceva prevedere la messe di primati personali che successivamente si sono ottenuti, da parte di molti atleti, anche della nostra società.
Dodicesimo assoluto, secondo M45 e primo Bancario al traguardo Marco Indelicato, nel tempo di 34.44, che migliorava di oltre un minuto il suo best “bancario” sulla dieci, che era di 35.45 ottenuto nella gara di Emergency. Il 34.44 costituisce il nostro diciottesimo tempo di sempre nella “All Time” sulla distanza. Nicola Cardellini correva tutta la gara con Roberto Del Negro ed entrambi occupavano il secondo e il terzo gradino del podio sociale, con 35.42 e 35.48, Roberto addirittura a soli 3 secondi dal suo personal best. Seguivano: Alberto Mittoni non soddisfatto del suo 36.49 sempre con qualche doloretto al ginocchio, il bravo Domenico Cocchia al personale con 36.56 (aveva 37.18 Miguel 2017), il ritrovato Manuel Arrigoni 37.17, Umberto Nigri 37.37, Sergio Dina 37.51 terzo M55, Vincenzo Fargione 38.23 e il grande Marius Huza che concludeva la nostra top ten al maschile con il personale di 38.43 (precedente 39.00 Granai 2016).
Personale per Simone Polinari 38.53 ( 40.24 la settimana scorsa a Colonna) e Nicola Bizzarri 38.58 ( 39.25 Massimina 2017).
Riccardo Formai, che dopo il best di domenica scorsa sulla maratona a Berlino ha fatto il personale oggi con 39.29 ( 40.15 Miguel 2017), il nostro Vice presidente Ignazio Farina di nuovo sotto i 4 al km con 39.48, personale per Elio Fusco 39.52 ( 40.30 S. Ippolito 2016).
Netto personale per Andrea Santilli 40.12 (aveva 43.37 Bravetta 2017), Antonio Mascaro 40.16, ritocca il best anche il bravo Gualtiero Scultz 40.18 (40.24 Ladispoli 2016), Stefano Pacciani 41.09, Raffaele Renzulli 41.14, Paolo Piccardi 41.21, prima dieci per Stefano Colasanti 41.26, grande miglioramento per Fabio Cittadini 41.27 ( aveva 44.01 a Colonna 2017), Angelo Picardi 41.57.
Andrea Cacciani 42.05 e tre personal best: Luca Michele Parisi 42.27 ( 45.07 Corriroma 2017), Camboni Massimiliano 42.41 ( 44.55 Miguel 2017) e Giovanni Marchese 42.57 ( 43.13 Emergency 2017).
Lorenzo Ferri 43.07, a dieci secondi dal best Massimo Mastropietro 43.09, il prode Carlo Alberto Pica 43.40, Vincenzo Adornetto 44.01, Nardecchia Claudio in partenza per Chicago 44.04 terzo M65, Andrea Polverini 44.13, Andrea Toppano con mutandoni bianchi alla Dorando Petri che fanno gioire la presidente 44.14, Carlo Budoni 45.13, Corrado Gianì 45.23, Paolo Galasso anche lui a Chicago domenica prossima 45.38, personale per Francesco Sessa 45.42 ( aveva 48.57 Miguel 2017), best anche per Marco Cavarra 45.57 ( 48.18 domenica a Colonna).
Quattro bancari a 46 minuti: Claudio Gabriele 46.15, Renato Di Crecchio 46.46, Giuseppe Lamedica 46.50 e Riccardo Scialla 46.55.
Sei a 47 minuti: Russo Raffaele 47.17, Giuseppe Viglialoro reduce dalle imprese del triathlon USA 47.26, best per Massimiliano Rinaldi 47.28 ( 48.13 S. Ippolito 2016) e Gaetano Lobrace 47.31 ( 48.41 Emergency), Franco Biocco 47.37 e Massimo Pierantozzi 47.57.
Degli altri da citare Massimo Battisti terzo M70.
Delle nostre ragazze, tre fra le prime dieci di una gara che a differenza di quella maschile ha mostrato una top ten assoluta di importante qualità.
Settima assoluta e terza F45 Lumi Lungu con 39.39 a soli tre secondi dal best, Aurelie Bossard autrice di un’altra gara capolavoro dove ha ottenuto il nono posto assoluto, il terzo delle F35 e il best con 40.35 (aveva 41.15 dalla BW del 2015). Decima assoluta e prima F50 la sportivissima Roberta Boggiatto, che pur ancora in convalescenza di importanti problemi ha corso in 40.37.
Ventesima assoluta e prima F35 Alessandra Reali 43.44, davanti a Cristina Dumitriu 45.05, Laura Duchi 45.20 e Francesca Giambuzzi al best con 45.23 (aveva 46.30 S. Ippolito 2016), seconda F35.
Personale per la brava Loredana Berardinelli 46.22 ( 46.32 Ciampino 2016), quarta F35 Giulia Faggi 46.27 e conclude la nostra top ten femminile Giovanna Ciboddo 48.17.
Personale per Edwige Nania 48.23 ( 48.52 BW 2015), Sabrina Pizzonia 48.35 a soli 13 secondi dal best, Maria Felicetti 48.49 a trenta secondi dal best, Barbara Izzo 50.29, Michelle Blood 50.46, Sara Belà 51.33, Alessia Tomassini 51.42, Maria Laura Turco 51.48, Vanessa Racioppi 52.14.
Antonia Catini 59.02 prima F70, Alessandra Mazzoccoli 59.21, Maria Antonietta Milone 59.52 prima F65, Manuela De Thomasis al personale con 1.01.54 ( aveva 1.09.45 Corriroma 2017, Orietta Amicizia 1.03.23 seconda F70, Daniela Gasperoni 1.09.01 e Barbara Novelli al personal best con 1.14.46 ( aveva 1.20.06 Corriroma 2017).
Domenica prossima ad Ostia per la 30 chilometri del mare di Roma e il week end successivo tutto “Bancario” allo Stadio delle Terme.

LUCIANO DUCHI

———————————————————————————————————————-
MEZZA MARATONA DEI CASTELLI ROMANI 2017

Tra i collaboratori “volontari” di oggi, vanno ricordate anche Chiara Franceschini (ormai abituata ai check-in antelucani) e Cristina Cicerchia nei panni di fotografa ufficiale della trasferta bancaria con mezzi tecnici concessi in comodato d’uso dal nostro Gianfranco Bartolini impegnato in quel di Fiumicino.
E’ bene precisare, ancora una volta, che quest’anno la mezza maratona dei Castelli Romani si è corsa sulla distanza di 20,5 Km con un percorso dal dislivello totale inferiore agli scorsi anni ma decisamente impegnativo per il continuo e rapido susseguirsi di salite e discese che non hanno dato tregua in alcun km di gara.
Ormai collaudatissima l’organizzazione curata da Vincenzo Francavilla e dagli Amici del Parco dei Castelli Romani che, però, deve fare i conti con i problemi della viabilità locale e i nuovi standard di sicurezza che hanno costretto a separare di alcune centinaia di metri partenza e arrivo. I 700 arrivati sono la testimonianza di un gradimento sempre costante da parte dei podisti.
Fabrizio Brilli per i ragazzi e Chiara Franceschini per le bancarie in rosa, i migliori dei nostri.
Torniamo a casa anche con un lusinghiero terzo posto nella classifica di società e questo conclude al meglio una sempre piacevole trasferta alle porte di Roma

CLAUDIO LEONCINI

Commenti

Commenti

Lascia un commento