Born Fit Season 2: grazie a tutti!

BORN FIT SEAS.2 – PORTO ROMANO DI FIUMICINO

I RINGRAZIAMENTI DELLA PRESIDENTE

Ce l’abbiamo fatta!

Quando qualche mese fa abbiamo parlato dell’ipotesi di organizzare un evento all’interno del Porto Romano, avevamo molto timore, quello che ormai ci pervade al pensiero di fare qualsiasi cosa.

Ma nello stesso tempo abbiamo pensato che rispettando le regole, e regolandoci in primis noi tutti, si poteva tornare ad organizzare qualcosa. Così con Alessandro Celli, nostro riferimento per questa splendida location, abbiamo prima pensato e poi realizzato questa giornata di sport e screening, a detta di tutti ben riuscita.

Prima il nostro primo amore, il running, con un 3000 metri tracciato nell’anello della marina, circondati dal fiume e dalle barche, accarezzati dalla brezza e dal bel sole.

Poi la lezione di fitness, a bordo piscina, con oltre 50 partecipanti e i nostri bravissimi trainer.

Il tutto con la possibilità di fare screening da nutrizionista e fisioterapista e di effettuare un test sierologico.

La bella giornata di sole ci ha aiutati e tutta la professionalità e la dedizione dei collaboratori ha fatto il resto.

Dunque prima di lasciarvi al commento agonistico del coach, ci tengo a ringraziare di cuore tutti quelli che hanno permesso la riuscita di questa bella giornata.

Alessandro Celli e Federico del Marina Resort al Porto Romano

Alessandra Reali e Giovanni Argentieri per la lezione di fitness

Francesco Fagnani ed Irene Tirozzi, per gli screening nutrizionali

Alessandro Moccia di FisioMoccia, per gli screening di fisioterapia

Marco Buccioli di Synlab, per i test sierologici gratuiti

Dario Marzeglia e 64biz per la diretta Facebook e le foto dell’evento

Tutto lo staff del GSBRun, che ieri avrebbe dovuto essere impegnato nella RomaOstia, e che con la stessa professionalità ha affrontato questo evento minore:

Paolo Fedele, Enzo Gianni e Roberto Pusceddu, bravissimi ad indirizzare le auto e gli atleti

Angela Iacona e Daria Celeste, sempre una certezza della segreteria

Stefania Agliata e Cristina Cicerchia, all’accoglienza, moduli covid e misurazione temperatura

Matilde Masini e la sua dolce metà, alla segreteria screening

Monica Polo (bentornata!!!!) all’accoglienza test sierologici

Andrea Cacciani, Leonardo Cherubini, Angelo Mazzoli, Evandro Scutumella, Giancarlo Ferrante, Enzo Frazzini e Arturo Perillo: lo squadrone nella zona partenza/arrivo.

Andrea Cocciolo con il bravo erede, Claudio Leoncini, Gianfranco Nobilio e Davide Micheletti, dislocati lungo il percorso.

Sara Colangeli, Valeria Frazzini e Armando Piccardi al “chiosco” ristoro

Dario Marzeglia alle foto.

Manuel Arrigoni e Ignazio Farina gli speaker

Rita Goffredo supervisore generale. E ovviamente Luciano Duchi, che ci ispira sempre a dare il meglio e che ha portato Andrea Moccia, con la sua joelette.

E l’ultimo ringraziamento va a tutti i partecipanti, perché in questo momento non facile ci avete dato fiducia e vi siete comportati tutti in maniera esemplare.

Speriamo di rivederci presto!

IL RESOCONTO DEL DT

La prima considerazione è che dopo un anno ci siamo rivisti in tanti, in una manifestazione che, credo, sia stata organizzata meticolosamente e al meglio e nella quale, personalmente mi sono limitato a fare le composizioni delle quattro serie e a convincere Andrea Moccia e la sua signora Francesca ad essere presenti.

Quindi da ex qualificato organizzatore debbo sinceramente fare complimenti vivissimi alla presidente Laura, che, buon sangue non mente, non ho mai visto prima di oggi così totalmente e pazientemente impegnata a coordinare tutti gli aspetti della manifestazione. Poiché non ho organizzato personalmente, non sono il soggetto deputato a fare  i doverosi ringraziamenti, lo farà giustamente chi ha diretto tutte le varie e articolati fasi della splendida mattinata, nella quale, non dimentichiamocelo, era in calendario internazionale la Roma Ostia e, sono certo, che sarebbe stata una giornata da incorniciare, anche le favorevoli condizioni atmosferiche.

Non ho potuto vedere le prime due serie del 3000, per un desiderio di prudenza nei riguardi di Andrea Moccia, ancora non vaccinato e personale, dato che ancora devo effettuare la seconda dose del vaccino. Dai primi di Ottobre del 2020, mi sono auto condannato agli arresti domiciliari e, ora che vedo un lumicino alla fine del lunghissimo tunnel, mi dispiacerebbe mandare in malora i sacrifici e le forse eccessive precauzioni prese fino ad oggi.

Sono arrivato alle 10.10, in tempo per vedere la terza serie, quella con gli atleti più forti che ha fornito i tempi migliori, mi dispiace non aver visto le prime due, specialmente la seconda con le nostre donne.

Il percorso era più corto di 50 metri, ma, considerate le curve a gomito dei ritorni, con proposta da me fatta e da Claudio Leoncini accettata, varranno per la lista “3000” metri su strada, nella nostra classifica “All Time”.

In campo maschile incredibile gara di Danilo Martin, che comincia a sognare in grande, dopo gli ultimi netti miglioramenti, Danilo ha ottenuto uno strepitoso 9.01.15, sfiorando il passo dei 3 minuti al km, corrispondenti ad una media di 20 km orari. Buona la prova anche di Umberto Nigri, al posto d’onore, con 9.43.91 e terzo posto per Marco Indelicato under 10 minuti, con il tempo di 9.59.70, diciamo 3.20 al km per Marco.

Positiva la prova per Roberto Del Negro che, dopo lo stop, ha ripreso alla grande segnando il tempo di 10.04.60, seguito dal convalescente Nick Cardellini 10.13.62. Dopo due ospiti (Tullio Mancini 10.21.86 e Vincenzo De Brasi 10.29.23) sono giunti: Manuel Arrigoni e Marco Caponeri, 10.30.43 e 10.36.73 i loro tempi. Pasqualino De Pasquale 10.41.56, il bravo Maurizio Picca M55 10.52.32, Stefano Cina 10.57.06 e Stefano De Iulis 10.59.80, ultimo a scendere sotto gli 11 minuti, che danno una media di 3.40 al km.

Sotto gli 11.10, pertanto sotto i 3.43 al Km: Giuseppe Ricci 11.00.64, Carlo Cerioni 11.04.08, Carlo Fornario 11.07.34 e Vincenzo Mariano Russo 11.09.58, veramente bravi.

Seguono Simone Polinari 11.18.18, Marco Localzo 11.38.83, Armando De Sossi 11.43.71, Andrea Toppano 11.51.27, Valerio Jorio 11.57.28, tutti under 4 minuti al km.

Il nostro Vicepresidente Ignazio Farina 12.02.68, Giovanni Marchese 12.09.64, Raffaele Tanzillo 12.11.11, Marini Alessandro 12.15.37, il bravo Marco Cavarra letteralmente fuggito dal porto per andare a vaccinare gli over 80, 12.30.31. Tutti sotto i 4.10 al km.

“El Grinta” Giancarlo Ferrante 12.35.82 (M60), Abate Claudio e Francesco Perillo, autori di una volata al fulmicotone che li a portati a superare l’atleta etiope Dibaduck Laura, divisi da un solo centesimo un batter d’ali, tempi per loro 12.58.89 e 12.58.90. Pablo Galasso 13.01.18, Massimo Scognamiglio 13.03.67. Tutti sotto o poco sopra i 4.20 al km.

Umberto D’Alterio 13.22.76, Alessandro Carpinelli 13.24.36 e Bolognesi Mauro 13.29.13, tutti e tre under 4,30 a km.

Domenico Manili 13.55.22, Lorenzo Maria Minnielli 14.15.69, Gaetano Lobrace 14.51.19.

Volata da Filippo Tortu – Jacob quella fra Paolo Fedele e Vittorio Iannucci, l’ha spuntata Pablo mettendo aventi il petto, anzi la panza, vincendo per 6 centesimi di secondo: 15.11.74 per Pablo Escobar Fedele e Vittorio Iannucci 15.11.80. Battuto nettamente Sergio Pugliese 15.15.00, che ha voluto offrire un gran bel Trofeo al primo (e unico) arrivato della categoria M70, Vittorio Iannucci con una dedica commovente, che per carità di patria non riporto. Il caro Massimo Caria 15.48.26, Marco Celli (chiedetegli tutto ma non levategli la possibilità di gareggiare per lo meno in queste gare) 16.46.62 e last but not the list Seb Violante 17.32.20, fuggito anche lui per problemi legati alla consegna del materiale ospedaliero.

Fra le donne, vittoria indiscussa di Silvia Romeo, cresciuta in maniero esponenziale come valore agonistico,che ha impiegato 11.23.75, con un’andatura di 3.48 al km, brava, seconda Anna Toppano, giovanissima della categoria “Cadette” 12.06.56, tesserata per Esercito Giovani e nostra ospite. Volata al batticuore fra le nostre due validissime veterane Valeria Intilla e Barbara Cifani, separate da meno di quattro decimi: 12.30.40 – 12.30.87, la nostra nuova tecnica Claudia Branchi quinta in 12.41.04 e ritorno alla corsa seria della presidente Laura Duchi in 13.00.21, 4.20 al km. Settima Simona Cuculi 13.45.93 e ottava Nadia Riccardi 14.41.84.

Quarta serie sulla distanza dei 1500 riservata ai nostri ragazzi dello Young Team, di Giancarlo Ferrante e Valeria Intilla. Vittoria e ottimo tempo di Edoardo Simonetti che otteneva il tempo di 4.33 59, secondo Lorenzo Antenucci 5.11.28, fuori gara Anna Toppano 5.16.08. Quindi prima delle nostre ragazze: Federica Angelini 5.28.76 e a seguire: Sofia Vonella 5.31.59, Ludovica Renzi 5.32.10, Valentina Fornari 6.00.69 e Giorgia Caselli 6.19.32. Si sono cimentati anche Enzo Frazzini M65 6.09.06 e la bravissima e sportivissima Federica Gargiulo 8.39.70.

L’apoteosi nella serie riservata alla Joelette con Andrea Moccia, al quale hanno fatto da contorno otto pedestrians, che ha concluso in 6.04.67, poco sopra i 4 minuti al chilometro. Andrea intervistato, senza un filo di emozione, ha esternato la sua soddisfazione per l’esperienza.

Domenica prossima cross regionale, non essendo gara master, ma cross assoluto, con la presenza dei migliori, non si consiglia la partecipazione agli atleti che non abbiano risultati agonistici di almeno medio valore.

Ho ricevuto diversi messaggi di ringraziamento per l’organizzazione, vi ringrazio, ma vi prego di indirizzarli alla Presidente e ai tanti dello Staff che si sono offerti disinteressatamene a collaborare nell’organizzazione, hanno partecipati alle riunioni on line descrittive dei compiti e, in molti casi, non hanno neanche corso questa mattina o si sono limitati ad accompagnare la Joelette di Andrea Moccia. Da vecchio lupo di Mare delle organizzazioni, secondo me la giornata di oggi è da incorniciare fra le più belle di sempre, anche per la soddisfazione di aver potuto ricominciare e rivederci all’opera: chi a correre e chi ad organizzare

Per le altre iniziative ci penseranno altri a farne resocontazione.

flickr
youtube
instagram
facebook