FruttiRossi

Capitolo 2 – Gli antiossidanti

FruttiRossi“Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, ne’ in eccesso ne’ in difetto, avremmo trovato la strada per la salute.” (Ippocrate, 460-377 a.C).

Ippocrate la sapeva lunga, già nel 400 a.C…
E’ anche vero che dire ad un runner di praticare un’attività fisica “moderata” equivale a dirgli di abbandonare la sue aspirazioni agonistiche, ragion per cui vediamo cosa possiamo aggiungere oggi al suo “armadietto segreto” per aiutarlo a gestire al meglio le conseguenze derivanti da un’attività fisica ad elevata intensità.
Dati recenti nella letteratura scientifica evidenziano che durante l’attività fisica aumenta la produzione dei radicali liberi, molecole altamente reattive che si producono nel nostro organismo e che costituiscono la causa della maggior parte delle patologie e dell’invecchiamento degli esseri viventi, in quanto sono in grado di danneggiare le strutture cellulari, come la membrana plasmatica ed il DNA. L’azione negativa dei radicali liberi si ripercuote quindi sulla salute dell’intero organismo.
In una situazione fisiologica, il nostro organismo è in grado di rispondere alla formazione di radicali liberi mediante il suo sistema antiossidante, che comprende meccanismi enzimatici e meccanismi non-enzimatici (superossidodismutasi, Vitamina E, etc.).
Praticando un esercizio fisico moderato, si è evidenziato che le nostre difese restano adeguate, anzi addirittura migliorano, grazie all’intervento di enzimi che verrebbero “sovraregolati”, aumentando di conseguenza il livello di protezione dell’organismo e la sua resistenza ai danni prodotti dai radicali liberi.
Quando invece viene praticata un’attività fisica d’intensità, durata e frequenza particolarmente elevate, la formazione di radicali liberi endogeni aumenta considerevolmente e il nostro sistema antiossidante non è più in grado di neutralizzare questo eccesso, per cui i radicali liberi aggrediscono le cellule, provocando danni più o meno gravi.
Lo stress ossidativo, infatti, comporta un invecchiamento della cellula e quindi dei tessuti, con tutto quello che ne consegue in termini di efficienza. Trattandosi di danni cellulari, non si vedono immediatamente, ma si manifestano nel tempo. L’invecchiamento precoce della pelle è uno dei segnali più conosciuti.
Se state pensando che a voi non interessa avere qualche ruga in più, riflettete sul fatto che gli stessi effetti dannosi si verificano a livello di tutte le cellule…

[…]

Lamar

L’armadietto segreto del runner: le 5 cose che non dovrebbero mai mancare – Capitolo 1

LamarCapitolo 1

Lo zenzero

Lo zenzero è un esempio di eccellenza di alimento e medicina, di cui un runner non può assolutamente fare a meno… Leggete l’articolo e scoprirete il perché.

Lo Zenzero è una pianta erbacea della Famiglia delle Zingiberacee e la parte utilizzata in Fitoterapia è il rizoma.  Il termine Zenzero deriva infatti dal vocabolo arabo “zind-schabil”, che letteralmente vuol dire radice.

A partire da Ippocrate e Confucio fino ai giorni nostri, lo zenzero è stato usato in molte culture e regioni del mondo. Oggi non solo è la spezia più coltivata, ma è anche la più studiata.

Lo zenzero viene quotidianamente utilizzato nelle preparazioni culinarie di  molti paesi – dalla Cina al Giappone, dalla Tailandia all’’India,  dalla Giamaica all’America e all’Europa – per il suo piacevole  aroma e per il sapore moderatamente piccante, ma ancora più interessanti delle sue applicazioni in cucina sono le sue peculiari azioni curative nei confronti di numerosi disturbi comuni.

[…]

ro partenza 2

La “gestione” della mezza maratona

 ro partenza 2  LA MEZZA MARATONA

La Mezza Maratona è considerata una gara “ibrida”, non è né breve (10km) e né lunga (Maratona), questa sua non facile collocazione porta anche a una non facile programmazione della preparazione e nella gestione della gara. Oltre a queste considerazioni, è da tener presente nella gestione della Mezza Maratona se la si corre in preparazione di una Maratona, o è fine a se stessa. In una o nell’altro caso la preparazione e la gestione di gara cambia.

[…]

Campestre

Corsa campestre

La corsa campestre è una specialità dell’atletica leggera in cui si corrono distanze intorno ai 10 km, su fondo sterrato o erboso; spesso praticata solamente presso la pista di atletica leggera che si trova attorno ai campi da calcio, percorrendo dai 6 ai 10 giri, in base a determinati canoni quali l’età e il sesso.[…]

Trail

Allenati in estate con il cross training

Il periodo estivo è un po’ particolare per allenarsi, si sente la necessità di evadere dagli ambienti chiusi e ci si “tuffa” a capofittonelle attività fisiche più disparate, ma con la consapevolezza e la necessità di non avere molti schemi e programmi da seguire per liberare la mente dallo stress dell’allenamento finalizzato ad un obiettivo.[…]

Meta

Scoprite la corsa nella « natura » o trail !

Dimenticate le corse cronometrate lungo corridoi di asfalto dall’orizzonte lontano e scoprite la corsa nella natura. La vostra anima ecologica sarà con gli angeli sia durante gli allenamenti che durante le competizioni…Scapperete dai gas esausti nauseabondi e godrete dei paradisi della vegetazione e della tranquillità a perdita d’occhio ! Le escursioni running nella « natura[…]