Corsa del ricordo 2018: il resoconto del DT

Che dire? Organizzazione perfetta a detta di tutti. Organizzazione tecnica della gara: Bancari Romani.

Non sono prodigo di complimenti e tutti lo sanno, ma vedere com’è stata meticolosamente preparata, prima, e gestita, poi, la Corsa del Ricordo, ha riempito d’orgoglio il vecchio cuore del presidente della Roma Ostia. Anche in considerazione del fatto che la manifestazione ha, secondo il mio parere, risentito sulla partecipazione totale, dei problemi tecnici dello scorso anno.

Sono arrivati in 557 all’arrivo, nella gara agonistica sui dieci chilometri, avrebbero potuto essere tranquillamente il triplo o il quadruplo, la nostra armata avrebbe tranquillamente sopportato l’urto.

Percorso tecnico, disegnato dalle due architrave del Gruppo: Alessandro Oronzini e Claudio Leoncini, impegnativo, con molte curve, con salite, ma la Laurentina all’altezza della Cecchignola è quella e non si può renderla pianeggiante. L’utenza automobilistica ha un po’ sofferto, non essendoci strade di sbocco, ma i podisti ci hanno ringraziato tutti, all’unisono all’arrivo.

Eravamo impegnati in tanti, molti dei quali hanno rinunciato a gareggiare, personalmente li ringrazio tutti e mi felicito per il loro impegno e la loro professionalità.

Chi sono? Basterà andare sulla classifica sociale sul sito e verificare: hanno avuto un punto di quantità.

Quali erano i nostri compiti? Fornitura dell’importante pacco ristoro all’arrivo, con vari prodotti  alimentari da noi trovati sul mercato, composti nel nostro magazzino e portati da ieri in zona partenza-arrivo.

Il percorso, disegnato, discusso con gli organi competenti (compresi i responsabili della Città militare della Cecchignola), gestito con le nostre migliori risorse. Trasporto e messa in opera delle pesanti transenne, concesse solo in uso da Roma – Capitale, pertanto: ritirate e caricate su un Tir, scaricate e posizionate sul percorso prima della gara, smontate dopo il passaggio dell’ultimo concorrente, ricaricate sul mega Tir locato e riconsegnate a Roma Capitale nei magazzini della Tiburtina altezza GRA. Gestione delle nostre iscrizioni come tutte le altre gare. Splendida gestione della partenza e dell’arrivo della gara. Ottima gestione dell’importante ristoro finale. Gestione professionale della nostra amplificazione, compreso l’Inno di Mameli prima della partenza.

A questo si aggiunga la vittoria nella classifica per società con novanta classificati, davanti a Podistica Solidarietà.

A cinque domeniche dalla Roma Ostia, la prova di efficienza organizzativa, tranquillizza e di molto lo spesso agitato presidente.

Una sola considerazione: da rivedere, secondo il mio parere, il concetto del valore di sola “quantità”, dato ai nostri atleti, nelle gare da noi organizzate.

Per quanto concerne la gara solo, partita alle nove con sole e 5 gradi celtius, quattro Bancari under quaranta minuti nella gara maschile: Roberto De Pasquali 37.50, Stefano Cina primo della categoria M50 39.34, Riccardo Sannia 39.35 secondo M50 e Riccardo Formai 39.50. Con Stefano Lutri 40.13, tutti e cinque fra i primi cinquanta assoluti. Bravo Andrea Patrick Ungaro, al quale ho dato due mesi per tornare under 40 minuti e che ha corso subito in 40.46. Hanno completato la nostra top ten al maschile: Stefano Pacciani 41.22, Fabio Cittadini 41.27, Fabrizio Brilli 41.53 e Marco Salvatore 42.14.

Degli altri: bravo il Prof. Vincenzo Del Borrello di nuovo in grande spolvero 42.50.

Massimo Battisti primo categoria M75 51.06.

Fra le nostre ragazze:

Nona assoluta e prima F50 Roberta Boggiatto che piano, piano…. 41.18.

Quattordicesima assoluta e quarta F45 Loredana Berardinelli 46.05,

Seguono: Lucilla Peduto 47.02, una migliorata Barbara Izzo terza F50 48.28, Giovanna Cibboddo quarta F50 49.35, Valentina Fabi 50.40, Maria Laura Turco 52.39, Alessia Tomassini 52.40. Concludono la nostra top ten al femminile Sara Belà 52.51 e Valeria Barucci 57.28

Delle altre:

Milone Maria Antonietta prima F65 61.31

Catini Antonia, prima F70  62.30

Orietta Amicizia, nel giorno del suo 75° genetliaco, ha vinto la categoria F75 con 67.18.

 

A Napoli nella mezza maratone della bella città partenopea, il record di 5.296 classificati, con ben 18 bancari. Potete leggere su TDS le loro prestazioni.

Domenica già trenta iscritti alla mezza consigliata “Corrifregene”, il responsabile sarà Claudio Leoncini e probabilmente sarà attivato anche il nostro Gazebo piccolo, attendere istruzioni.

 

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento