8^ edizione ROCK & Run 2019 – il resoconto del DT

Importante successo nella ottava edizione della Rock & Run di questa mattina: grazie all’anticipo rispetto allo scorso anno, la settima edizione si era svolta il 22.04.2018, e per il fatto di svolgersi tre settimane prima della 45° Roma Ostia del 10 Marzo 2019, i classificati si sono quasi raddoppiati, passando dai 539 del 2018 ai 1.033 del 2019.

Questo mentre anche la seconda mezza nazionale corsasi oggi a Verona, la Giulietta e Romeo Half Marathon, ha visto calare i propri classificati dai 5.445 del 2018 ai 4.964 del 2019, confermando la tesi ormai dimostrata, che quando la gara è nazionale ed è vincolata a tutti gli orpelli voluti dalla Federazione, in primis al Tesseramento Fidal e/o alla Runcard, i numeri dei classificati diminuiscono inesorabilmente.

I nostri atleti hanno bissato il successo societario dello scorso anno, quando avevano vinto la classifica con 74 atleti all’arrivo. QQQQquest’anno i nostri numeri sono aumentati notevolmente. Questa la classifica odierna per società: Bancari Romani 138, Solidarietà 95, Villa Pamphili 89.

Ritirati a Ostia i pettorali il sabato da Alessandro Oronzini e Claudio Leoncini, gli stessi hanno sistemato i nostri mega gazebo questa mattina, a latere della struttura Partenza-Arrivo della gara.

Raggiunti dal quartetto: Farina – Arrigoni – Cacciani – Frazzini e alle nove dalla presidente Laura e dal coach de luxe Luciano.

Tutti presenti gli iscritti, con i quattro Bancari non presenti nelle iscrizioni, che all’ultimo momento hanno dovuto registrarsi presso l’organizzazione.

Giornata primaverile, climaticamente stupenda. Partenza alle dieci o’clock.

Fatta una rapida quadratura, con Alessandro Oronzini cominciavamo a preparare l’usuale rinfresco riservato ai nostri atleti, con il famoso cacio di Seggiano, il panettone di Corsini, i mostaccioli al cioccolato e lo spumante Valdobbiadene. Grazie alle nostre provviste natalizie del Gruppo e alla disponibilità di Stefano De Iulis che si è offerto di portare il tutto, acquistando lui il pane e Andrea Cacciani che ha acquistato le bevande analcoliche varie (Aranciata, Limonata e Coca Cola).

Purtroppo ultimamente diminuite le donazioni culinarie di “note” cuoche stellate, nostre affettuose podiste, facciamo appello al loro buon cuore per continuare questa iniziativa, che sta diventando una tradizione, che ci piace molto arricchire e proseguire.

Ci aiutava a preparare il rinfresco la giovanissima erede di casa Di Liberto, rivelatasi poi anche importante consumatrice dell’Ape-pranzo bancario, complimenti al papà, la bambina è bella come lui: in questi casi si può dire che anche il “pater semper certo est”.

Arrivavano con donna Rita i miei deliziosi nipotini, che si sistemavano alle 10.40 nei pressi della finish line, con nonno-coach.

Vinceva la gara maschile Giuseppe Falchi di LBM con un buon 47.40, secondo gradino del podio per l’immenso Giorgio Calcaterra, che ha compiuto da pochi giorni il suo quarantasettesimo genetliaco, terzo gradino del podio maschile Danilo Martin del Villa Pamphili.

Grandissima gara d’insieme dei nostri atleti, che risultavano:

Tre fra i primi dieci assoluti.

Undici fra i primi cinquanta assoluti.

Diciannove fra i primi cento assoluti.

Primo sociale e quinto assoluto, nonché primo M50, Marco Indelicato 50.17, settimo assoluto e quarto M40 il prode Nick the quick Cardellini 50.30 e terzo gradino del podio sociale al bravissimo Emiliano Fossatelli, decimo assoluto e terzo M45, 50.47.

Dodicesimo assoluto Giovanni Argentieri, secondo cat. Senior-Master 51.29, ventiduesimo Piggi Geraldini quarto M35 52.34, 23° il progredito e bravo Andrea Sau 52.57, 25° Alberto Mittoni 53.07, 27° Fabio Erobusti bentornato 53.12, quarto M50.

Trentesimo assoluto il sempre più sorprendente Massimo Ciocchetti, quinto cat. Senior, 53.19, ha corso a 3.48 al chilometro. Completa la nostra top ten un altro atleta che ha fatto progressi importanti, Riccardo Formai 54.07.

Seguono: Angelo Mazzoli 54.18, Manuel Arrigoni 55.06, Claudio Leoncini 55.18, Vincenzo Fargione 55.32 terzo M55, Francesco Ferrante 55.48, Dorghi Sirin 56.35, Marius Huza 56.45, Lorenzo Di Liberto 57.00, Pier Luigi Ciardi 57.26 e Armando Piccardi 57.48.

Degli altri Gino Pelonara primo degli M75.

 

La gara femminile vedeva la vittoria di Maria Casciotti di Podistica Solidarietà 53.33 e due nostre atlete fra le prime dieci assolute: Lumi Lungu 58.13 quinta assoluta e neanche a dirlo prima cat F50 e la progreditissima Loredana Berardinelli 61.55 nona assoluta, terza cat F45. Terza sociale, quattordicesima assoluta e seconda cat. F50 Monica Meloscia 63.19, seguita dalla sorprendente e migliorata Francesca Giambuzzi, quindicesima assoluta, terza F35 63.36 e da La Manna Valentina, sedicesima assoluta e quarta F35 64.19.

Seguivano: Valeria Intilla e Claudia Branchi, entrambe 65.13, terza e quarta della cat F50 . Categoria dominata dalle nostre atlete, risultate ai primi quattro posti.

Completavano la nostra top ten al femminile: Giulia Faggi 65,17, Annalisa Montanari 65.45 e Edwige Nania 65.45 stesso tempo. Faggi e Nania quarta e quinta della categoria F40. Annalisa Montanari all’esordio con i Bancari.

A seguire: Debora Carai 68.21, Laura Duchi 68.59, Valentyna Smolyar 69.44, Lucia Chinni 70.44 brillante vincitrice della categoria F60, Stefania Agliata 71.02, Giovanna Ciboddo 71.31, Federica Ronsivalle 72.23, Maria Felicetti 75.13, Sara Belà 77.15, Cristiana Pastore 77.29, Federica Ferrante 78.15, Maria Laura Turco 79.00, Laura Capalbo 80.46, Sabrina Molinari 84.16, Gabriella D’Ettore 85.10, Michelle Blood 87.00, Valeria Barucci 88.03, Paola Soria 95.09, Susan Bello 95.54, Orietta Amicizia 96.20 terza cat. F70, Silvia Arcari 96.51, Daniela Gasperoni 98.20.

 Domenica prossima doppio gruppo: Decamilia a Roma su una distanza molto vicina a quella odierna e la mezza di Napoli, nella bella città partenopea.

Oronzini, Leoncini, Arrigoni e il coach saranno “su piazza”…tranquilli.

Iniziati gli allenamenti con i nostri tecnici, sono bravi, giovani e brillanti, chi vuole li segua.

Il vecchio coach non sa “usqua tandem” ma continuerà a seguirvi, con l’entusiasmo della nuova situazione, che mi ha portato oggi a dare il “cinque” a quasi tutti voi, salvo tornare al Gazebo per dare l’avvio al manducatio.

Siamo una squadra fortissima e come direbbe il Pio Paolo Fedele Alè Bancari.

 

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento