CORSA DI MIGUEL XX EDIZIONE – il resoconto del DT

Grande successo per la ventesima edizione della Corsa di Miguel, una gara nata la stesso anno della Roma Urbs Mundi, con la quale fece una classifica combinata per un paio di anni.

Grande soddisfazione per il glorioso e vetusto Club Atletico Centrale, di Giorgio Lo Giudice e Valerio Piccioni, amici giornalisti della testata sportiva in rosa, che quest’anno hanno registrato un record di classificati di grande prestigio superando nettamente quota cinquemila, che in Italia è una cifra eccelsa. I classificati della ventesima edizione sono stato 5.451, quasi il 13% in più della scorsa edizione.

A livello societario la classifica è stata dominata dagli atleti della Podistica, netti vincitori con 409 classificati, seguiti dai Bancari Romani 231, LBM 219, Cat Sport 161, Villa Pamphili 114, Purosangue 102. Lo scorso anno:  Solidarietà 364  Bancari Romani 210  LBM 204  Villa Pamphili 167,  Cat Sport 137, Monte Mario 90 e Purosangue 79. Quasi tutte le società in progresso di classificati.

A livello tecnico la gara è stata portata con fiscale precisione ai canonici dieci chilometri, Mastro Leoncini docet (c’era un biscottino che compensava il gap dello scorso anno, mi ha detto). Ne hanno risentito i tempi assoluti che, a fronte dei tre under 30 minuti dello scorso anno, ha registrato solo, si fa per dire, cinque atleti under 31 minuti. Con la vittoria dell’atleta dell’esercito Said El Otmani 30.11, sull’aviere Michele Fontana 30.17, il bravo Luca Parisi, unico non militare del podio, 30.20, davanti all’altro aviere Francesco Bona 30.42 e Roman Prodius 30.49, che è il tecnico di alcuni nostri atleti.

Netta vittoria fra le donne della dolce mamma Laila Soufyane, di nuovo in grande spolvero dopo la maternità, con un ottimo 33.44, davanti a Costanza Arpinelli 34.47 e Beatrice Mallozzi 35.11, entrambe della categoria juniores e dell’area LBM. Quarta la vincitrice del Trofeo Lidense della settimana scorsa Elisabetta Beltrame 35.32.ù

Ho trascorso un bel  Venerdì – Sabato in sede, prima andando a prelevare i pettorali e il copioso pacco gara Venerdì mattina presso la Cisalfa di Piazza Marconi all’Eur e, dopo, rintanato nel mio ufficio in sede sempre il Venerdì e il Sabato, con tantissimi nostri atleti che sono venuti a trovarci, sia per ritirare il pettorale e il pacco gara di Miguel, sia i nuovi indumenti tecnici e, in particolare, il nuovo completino. Ne ho approfittato per consegnare venti volumi del mio libro “ Meroviglioso o Stic…”.  Lavorare per due giorni, mi ha rifatto sentire operativamente normodotato e sono stato felice. Sabato alle 14 ho deciso dunque di festeggiare tornando a piedi a casa (3 chilometri!).

Il risultato della due giorni di lavoro è stato che dei 242 pettorali, ne sono stati consegnati in sede ben 180, solo 62 erano a disposizione questa mattina. Grazie a tutti coloro che hanno ritirato in anticipo, alleggerendoci il compito domenica mattina

Stamattina pioveva quando mi sono alzato e la dea salute dei vecchietti mi consigliava se non di rimanere sotto le pezze, almeno di non uscire di casa. La presidente Laura che aveva lavorato 48 ore il Venerdì-Sabato in sede, mi aveva detto che non ce la faceva ad andare. Alle 8.45 non ce l’ho fatta e via con la macchina verso la Roma Nord. Parcheggiato sul Lungotevere, altezza secondo chilometro della gara su una Via Laterale, sono andato a posizionarmi duecento metri oltre, protetto dalle barriere in ferro.

Alle 9.36 sono passati i primi, poi gli altri, poi tanti dei nostri, poi quelli che correvano piano, poi quelli che facevano il fit walking, poi quelli che camminavano. Ho potuto incitare qualcuno di voi, perché individuarvi in quella massa era sinceramente difficile. Alle 9.50 mi sono spostato al termine di Via Capoprati e li è stato leggermente più facile incitare molti di voi, arrivando a scambiarmi il cinque con alcuni. Alle 10.45 quando sopraggiungevano coloro che avrebbero chiuso oltre i 75 minuti ho lasciato la mia postazione e sono passato a casa a prelevare la first lady Rita. Ora sono in ufficio io a fare il comunicato, lei a sistemare il materiale tecnico sociale, con il tatto e la capacità che venticinque anni di questo lavoro, dei quali venti in Cisalfa, le hanno insegnato.

Del Gazebo non so nulla, potrà aggiungere due righe il bravo Claudio Leoncini o la Presidente (un grazie a Enzo e Frazzini e Giorgio Lamberti per l’aiuto nel montaggio di ben 45mq di gazebo ! In due sarebbe stato davvero oneroso. ndr)

RESOCONTO GARA SOCIALE

Alla gioia per il coach per i trenta nostri atleti under 4 minuti al chilometro per gli uomini, fa da contro altare la classifica assoluta del primo e della prima bancaria: cinquantacinquesimo l’uomo e trentunesima la donna, su questo punto dovremo lavorare, io per primo.

I RAGAZZI

Primo Bancario, come alla Corsa della Befana Matteo Falchi con un ottimo 34.51 suo record personale (aveva 35.31 alla Befana, risultato che lo pone al 22esimo posto della all time sociale , dopo Genny Tramontano. Secondo gradino del podio per Nick Cardellini, prontamente ripresosi dall’influenza che gli aveva impedito la partecipazione domenica scorsa 35.23 e terzo lo splendido Roberto De Pasquali che con 35.30 faceva il suo personale ( precedente 36.14 Ladispoli 2018). Soffriva il carico dei chilometri, dopo un’ottima partenza e recuperava nel finale Roberto Del Negro ultimo dei nostri fra i primi cento assoluti con 35.47. Piggi Geraldini , regolava di poco Domo Cocchia ed Emiliano Fossatelli, 36.01, 36.17 e 36.20 i loro tempi, in particolare il bravo Cocchia migliorava il suo best  di sedici secondi (aveva 36.33 B.W.2017). Concludevano la top ten sociale maschile: il bravo Andrea Sau 36.59, record personale di mezzo minuto ( 37.29 B.W. 2018), Ugo Zamparelli 37.19 (Best con i Bancari) e il mai vinto Angelo Mazzoli 37.40.

A seguire: il sempre più veloce Massimo Ciocchetti 37.58 finalmente P.B (aveva 38.06 B.W 2015!), Sergio Dina secondo M60 38.05, Simone Polinari 38.07 personale di  tredici secondi, il semi recuperato Daniele Giannini 38.11, Mario Lorello esordio con i bancari con un ottimo 38.16, Gianluca Battista 38.22 personale di tredici secondi dalla gara dell’Eur CorriOlimpia, Simone Cucchi 38.22 personale anche per lui ( 38.41 Fiumicino 2018), Stefano Cina 38.23 carico di chilometri anche lui, Riccardo Formai 38.28, Marius Huza 38.57, Fabio Cittadini 39.08, Roberto Viani 39.15, Fabio Durante 39.16 personale di soli tre secondi ma risaliva al 2014 (!), torna ai vecchi tempi Stefano De Iulis 39.26, cuor di leone Claudio Leoncini 39.30, Luca Lanzetti 39.38, Pino Scoccia e il grande nostro vice Presidente Ignazio Farina stesso tempo 39.43, Antonio Mascaro 39.44 e Fabrizio Baldini 39.45 suo esordio con i Bancari, Alberto Andrian, esordio con i Bancari, e Alessandro Arigoni 40 minuti precisi.

Degli altri al personale:

Ciardi Pierluigi 40.04 (40.36 Befana 2019).

Simeone Giulio 40.29 ( 40.35 B.W. 2018).

Palumbo Alessandro 41.24 Esordio sulla distanza con i Bancari.

Parisi Luca Michele 41.29 ( 42.07 B.W. 2018).

Lamedica Giuseppe 42.20 ( 43.21 Ciampino 2018).

Sabuzi Sergio 42.21 Esordio con i Bancari.

Baldini Stefano (sic!) 42.33 esordio con i Bancari.

Russo Vincenzo Mariano 42.51( 44.43 Befana 2019).

Caredda Luciano 43.09, esordio con i Bancari.

Orati Matteo 43.37 ( 46.43 Corsa Santi 2018).

Papeo Pasquale Antonio 43.55 (44.26 OlimpiaEur 2018).

Palmieri Simone 44.01 (45.09 B.W. 2018).

Carloni Loris 44.11 esordio con i bancari.

Giannelli Savastano Marco 44.17, esordio con i Bancari.

Francisci Fabio 44.26 ( 45.15 Fiunicino 2018).

Ricci Giuseppe 44.31 Esordio con i Bancari.

Rizzo Salvatore Maria 44.56 (45.11 Miguel 2015!).

Cavarra Marco 45.08 ( 45.37 Fiumicino 2018).

Nulli Alessandro 45.21 ( 45.52 B.W. 2018).

Arciuolo Gianluca 45.27 Esordio con i Bancari.

Ioppolo Antonio 45.34  (45.45 Befana 2019).

Squarcia Alessandro 45.35 ( 45.51 B.W. 2018).

Mione Mirco 45.52 Esordio con i Bancari.

Marini Roberto 46.15 (47.47 OlimpiaEur 2018).

Rodriguez Magni Fabrizio 46.34 (48.18 B.W. 2018).

Corrado Ovidio 46.48 ( 47.08 Miguel 2017).

De Angelis Marcello 48.13 (48.28 Befana 2017).

Bruno Danilo 48.15 ( 48.59 OlimpiaEur 2018).

Dibenedetto Giovanni 48.28 ( 49.08 Emercency 2018).

Gallo Antonio 48.40, esordio con i Bancari.

Antoniozzi Emiliano 48.43 esordio con i Bancari.

Fargnoli Mauro 49.09 esordio con i Bancari.

Corallo Francesco 49.16 ( 49.38 OlimpiaEur 2018).

Lupo Maurizio 50.09 ( 51.11 Santi 2017).

Fanelli Gianmarco 51.02 ( 56.12 Santi 2018).

Alicata Cristian David esordio con i Bancari.

Caria Massimo 53.27 ( 53.58 B.W. 2017).

Battarelli Massimo 64.41 esordio con i Bancari.

Un saluto particolare a Sebastiano Violante che oggi ha festeggiato il 45.mo genetliaco correndo la Miguel , nel giorno del suo onomastico. Auguri e felicitazioni da parte di Marco Cavarra e di tutti noi.

 

 

 

 

 

LE RAGAZZE

Fra le nostre ragazze vittoria di Roberta Boggiatto, ottima prima della categoria F50, in 41.26 (questo passa il convento quando gli allenamenti sono pochi e poco intensi!), davanti alla scatenata Laura Antico, seconda cat. F55 41.55, entrambe fra le prime quaranta assolute. Terzo gradino del podio per Loredana Berardinelli 43.21. Seguono Valeria Intilla 44.58, Monica Meloscia…iniziano a rigirare le gambe 45.23, Francesca Giambuzzi 45.49, Alessandra Reali 45.59, Barbara Izzo 46.13 al suo personale (46.22 Ciampino 2018), Valentina Fabi 46.32 personale anche per lei ( 47.18 B.W. 2018) e Claudia Branchi che conclude la nostra top ten al femminile 46.38.

A seguire: Edwige Nania 47.10, Rosaria Pulvirenti 47.33, Paola Panuccio 47.44, Barbara Cifani 48.18, lFederica Ronsivalle 48.32 al p.b. (aveva 49.53 Befana 2019) , Alessia Tomassini 48.56, la presidente Laura Duchi 49.14 e Stefania Agliata 49.31.

Seguivano: Lucia Chinni 50.03, Ludovica Baciucchi 51.07, Federica Ferrante 51.53, Federica Vaglio 52.13 personale ( 52.53 Miguel 2015), Martina Moscetta 52.34, Maria Laura Turco 52.55, Rosalba Filippello 53.40, stesso tempo di Maria Felicetti, Sara Belà 53.46 e Giovanna Ciboddo 54.22.  Inoltre:

Capalbo Laura 55.43 esordio sulla distanza con i Bancari.

Cuppone Sonia 57.39  esordio con i Bancari..

Cinquino Erika 59.10 esordio con i Bancari.

Cicerchia Cristina 62.51  (65.55 Befana 2019, miglioramento tre minuti!).

Soria Paola 63.53 ( aveva 64.16 Tiburtino 2018).

Cappellato Lucia 64.25 ( aveva 65.20 di passaggio sulla RUM 2018).

Santinelli Giovanna 65.06 ( 65.35 Miguel 2018).

Margherini Alessandra 69.13 esordio con i Bancari.

 

Domenica prossima la quarta gara sociale di questo intenso Gennaio, la classica Tre Comuni, “ Qui si parrà la vostra nobilitade” , recitava il sommo poeta nel secondo canto dell’inferno.

IMPORTANTE

Alla luce di alcuni episodi di questa mattina il direttivo si sente in dovere di precisare:

  • Il numeri di pettorale, che assicura certe posizioni preferenziali in partenza, viene richiesto da parte della società agli organizzatori tenendo conto delle prestazioni ottenute nelle ultime gare dagli atleti del gruppo. E’ però sempre ad esclusiva competenza dell’organizzazione della gara decidere se assegnarli o meno. Nella fattispecie di oggi, che prosegue il contesto storico di questa gara, nella quale abbiamo più volte avuto a che ridire con l’organizzazione per l’assegnazione del numero del pettorale, il regolamento prevedeva solo che partissero davanti gli uomini con meno di 37 minuti e le donne con meno di 42 minuti sui dieci chilometri, oltre ai primi cento dello scorso anno.
  • La priorità sulla scelta della taglia delle magliette è data: dalla conferma di assegnazione delle taglie da noi richieste da parte dell’organizzazione e dalla scelta della taglia fatta dai nostri atleti, in base alla priorità nel ritiro delle stesse. Ovviamente i 180 che sono venuti a ritirare in sede, hanno potuto misurarsi la maglia e scegliere quella più consona. Più ci si avvicina al termine della consegna delle medaglie, più la possibilità di trovare la propria taglia, diventa più difficile. Nel caso in cui si voglia essere sicuri di trovare la propria taglia, si dovrà presentarsi in anticipo oppure ritirare autonomamente la maglia presso gli stand dell’organizzazione.

Conclusioni: sono occorse tre ore per ritirare tutte le maglie e i pacchi gara all’Expo Cisalfa,  alcuni atleti si sono volontariamente offerti di stare in sede tutto il giorno di Venerdì e la mattina del Sabato. Questa mattina alle sei è stato aperto il nostro Gazebo, sempre dagli stessi volontari, che sono sempre di una disponibilità estrema. Trattare in modo opinabile queste persone, sentendosi più “clienti” che “atleti”, nel momento di un anche giustificato motivo di insoddisfazione, è cosa che il direttivo si sente di stigmatizzare e che vi preghiamo di evitare

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento