DELIBERE ASSEMBLEARI E CORRI BRAVETTA 2018 di Luciano Duchi

Assemblea Generale

In occasione dell’Assemblea Generale del 27 Aprile 2018, nella quale è stato unanimemente approvato il Bilancio del nostro Gruppo sportivo al 31.12.2017, sono state prese le seguenti delibere, discusse nel secondo punto all’o.d.g. “Varie ed eventuali”, che qui di seguito si riportano, stralciandole dal verbale assembleare:

Viene deciso all’unanimità di non acquistare Biglietti pre – pagati per il Golden Gala in programma per il 31.05.2018, in quanto lo scorso anno furono prenotati solo trenta biglietti e ormai ci sono piccole facilitazioni che concedono tutti, facendoci talvolta fare anche delle pessime figure, come relazionato dalla responsabile dello Young Team Barbara Cifani.

Viene comunicato da Rita Goffredo che il nostro Furgone, in occasione della trasferta a Frascati del 25.04.2018 ha registrato la rottura della frizione, causa la quale è stato portato da un carro attrezzi, compreso nella copertura della Polizza Assicurativa, presso l’officina della Citroen in Via Tiburtina. Non si conoscono tempi e costi della riparazione. Probabilmente tempi lunghi e costo sensibile, ma l’assemblea ritiene che, dato il non elevato numero di chilometri percorsi, convenga assolutamente riparare il nostro furgone e non acquistarne uno nuovo.

L’assemblea conferma unanimemente che in occasione dello svolgimento delle gare consigliate, il compito della Segreteria del Gruppo sia solo quello di fare le iscrizioni presso gli organizzatori e non di predisporre servizi aggiuntivi, che spesso registrano il pagamento delle iscrizioni anche per gli assenti, che quindi non avranno il problema di pagare il loro eventuale no-show.

L’Assemblea unanimemente delibera che in occasione di gare che comportino una differenza di quota d’iscrizione a seconda della temporaneità nel pagamento della stessa, il Gruppo procederà alle iscrizioni anticipate a costo agevolato, solo a coloro che avranno pagato la quota stessa.

Viene presa in esame la gara “Race for the cure” del 20 Maggio 2018, in un primo momento dal Consiglio Direttivo qualificata come gara “Q.Q.” cioè di qualità e quantità, a differenza della precedenti edizioni, con lo scopo di aumentare la partecipazione dei nostri atleti alla gara. In considerazione che: la manifestazione ha un elevato contenuto sociale collegato alla ricerca sui tumori del seno, che circa quaranta nostri atleti sono impegnati nell’organizzazione della gara, che la stessa non dispone di un tappeto di partenza atto a dare il “Real Time”, l’assemblea all’unanimità decide che la “Race for the cure” sia considerato valida solo come “Quantità”, come accaduto nelle ultime edizioni.

 

CORRI BRAVETTA

 Ottava edizione della Corri Bravetta, gara di dieci chilometri, organizzata dalla “Bravetta Runners” di Marco Marino.

Con parte del percorso all’interno di Villa Pamphili, scontato che la nostra società, come lo scorso anno, fosse preceduta dai ramarri di Villa Pamphili. Novità invece la presenza in massa della Podistica Solidarietà, che ha costretto i “Bancari” a retrocedere di una posizione rispetto al 2017, passando dal secondo al terzo posto societario.

Numerosi i nostri no-show di questa mattina, ben otto, ma la loro presenza non avrebbe cambiato la classifica societaria.

Ritirati i pettorali il Sabato dal nostro impagabile duo: Leoncini – Oronzini, che ha dovuto fare un importante lavoro di controllo data la mancanza di busta contenenti i pettorali stessi, in verità non verificando alcuna discordanza fra gli iscritti e i ritirati.

Questa mattina, assente il nostro Furgone ancora nelle officine della Citroen (speriamo di riaverlo per Domenica prossima, indispensabile per la Race della domenica successiva), il bravo Alessandro Oronzini ha utilizzato il suo vetusto mezzo di lavoro, occupato in ogni piccolo pertugio, per trasportare i Gazebo, i tavoli e le sedie. Con Claudio Leoncini e Chiara Franceschini ha sistemato il tutto in zona partenza – arrivo prima delle sette. Raggiunti dalla Presidente Laura e dal Vice Ignazio alle 7.30.

Il povero coach è arrivato alle 8.30, dopo venti minuti di vana ricerca di un parcheggio nell’area di un chilometro, ho deciso di utilizzare un parcheggio “invalidi con concessione”, posto a cento metri dal luogo di partenza – arrivo, avvisando con un dolente messaggio il titolare della concessione che, essendo invalido come lui, non avevo trovato posto e alla disperazione avevo occupato il posto con la speranza che non lo utilizzasse per un paio di ore

Raggiunto il Gazebo ho dato il cambio al Pio Ignazio per la consegna degli ultimi pettorali e per l’articolata quadratura dei conti, aiutato dal buon Arturo Perillo, che aveva in gara entrambi gli eredi: Francesco e Barbara.

La gara ha fatto il record di classificati delle otto edizioni, ben 1.034. Personalmente credo che sia il massimo che si possa permettere per questioni logistiche e di parcheggio.

Il tempo relativamente caldo, ma con umidità opprimente, oltre alla difficoltà del percosso – cross all’interno di Villa Pamphili, ha penalizzato i tempi, a mio avviso, di minimo un minuto. Basta vedere i tempi dei nostri atleti e confrontarli ai loro personali sulla dieci per rendersene conto.

Malgrado il premio in denaro per i primi cinque atleti classificati, uomini e donne, non si è verificata la presenza di tanti elite runners non abituali nelle nostre gare domenicali, solo i due vincitori: il polacco Nowak Kubak, tesserato LBM, e la splendida ukraina Sofia Yaremchuk, atleta che lo scorso anno aveva vinto La Corsa del Ricordo, allenata da Fabio Martelli, passata quest’anno da LBM a ACSI ITALIA.

Questa ventitreenne ragazza è stata preceduta all’arrivo solo dal podio maschile, giungendo addirittura quarta assoluta con il tempo di 35.11.

Dei Bancari solo in quattro, tre uomini e una donna, hanno fatto il loro personal best sulla distanza e considerando le dette difficoltà, gran bel riscontro.

Degli uomini grande forza d’insieme dei “Bancari” con quattro atleti fra i primi dodici assoluti, sette fra i primi trenta, dieci fra i primi cinquanta. Il 20% fra i primi cinquanta, corrisponderebbe a 160 uomini, nel caso avessimo mantenuto la stessa percentuale fra tutti gli uomini classificati, ciò per dire che la nostra qualità media è nettamente superiore a quella di altre società (spero di essermi fatto capire!).

Podio Bancario maschile con Marco Indelicato, terzo M45, che ha corso tenendo a bada un ottimo Roberto Del Negro, secondo M40, al quale i dolci siciliani hanno fatto sicuramente bene, Alberto Mittoni, quarto M45, e Roberto De Pasquali terzo M40,  sono arrivati nella classifica assoluta nell’ordine, occupando le posizioni dalla nona alla dodicesima, con i rispettivi tempi: 36.56  36.59  37.13  37.32.  Quinto fra cotanto senno l’immarscescibile Daniele Giannini, secondo M50, 38.07, che ha preceduto Francesco Ferrante 38.50 quarto M35, Umberto Nigri 38.52, Domenico Cocchia 39.19 quinto M40, Angelo Mazzoli 39.27 e Andrea Cocciolo 39.56, che concludeva la nostra top ten maschile.

Seguivano: Vincenzo Fargione, ottimo primo della categoria M55, 40.06, Simone Cucchi 40.35, Fabio Cittadini 40.38, Simone Polinari 40.45, Riccardo Formai 40.55, il nostro ottimo vice presidente Ignazio Farina 41.01, splendido secondo M55 con premio donato al suo coach de luxe, il bravo Alessandro Celli, classe 1994, che ha battuto il suo personale di oltre un minuto con 41.04 (aveva 42.22 nella recente Vola Ciampino) mostrandosi pronto a scendere sotto i quaranta minuti, come prima tappa del suo rientro fra i pedestrians. Bravo il nostro Claudio Leoncini 41.24 di un solo secondo davanti a Pino Scoccia, terzo M55, con Sannia Riccardo, ventesimo bancario, ultimo dei nostri fra i primi cento assoluti, confermando il famoso 20% di cui sopra.

Degli altri Bancari:

Nardecchia Claudio 45.42 secondo M65.

Squarcia Alessandro, esordio sui 10 Km  49.29

Corallo Francesco 50.56 (personal best, aveva 51.57 nella recente Ladispoli).

Dominici Stelvio 57.45 (personale, aveva 60.32 Miguel 2018).

Anche fra le nostre “ragazze” ottimo riscontro qualitativo con ben cinque di loro fra le prime venti assolute:

Roberta Boggiatto ottava assoluta e prima F50 41.14, Lumi Lungu decima assoluta e terza F45 41.44, Aurelie Bossard undicesima assoluta e prima F40 42.47, Laura Antico, che ha corso con il suo coach Sergio Cocozza, quattordicesima assoluta, seconda F50 43.28, Chiara Franceschini, diciannovesima assoluta terza F40 45.14.

Seguono: Loredana Beradinelli, reduce dal best sulla maratona, 46.44, Francesca Giambuzzi, quarta F35 47.14, Edwige Nania sesta F40 47.55, Simona Cuculi 49.11 e Valentyna Smolyar 49.26 che completava la nostra top ten al femminile.

Seguono: la presidente Laura Duchi 49.58, Barbara Izzo 51.03, Stefania Agliata 51.41, Sara Belà 52.33 e Lucia Chinni 54.22.

Paola Soria 1.09.53 (personale aveva 1.13.02 Corsa del Ricordo 2018).

Domenica a Ostia per la “Rincorriamo la pace con Emergency” un’altra dieci chilometri, con un tratto in pineta, ci documenterà sul percorso il probo Claudio Leoncini.

 

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento