MARATONINA DEI TRE COMUNI 2019 – XL EDIZIONE – il resoconto del DT

Iniziamo con la grande soddisfazione di aver conquistato la classifica di società della quarantesima edizione della Tre Comuni, con 127 Bancari classificati, davanti a coloro che vincevano la classifica da tanto tempo gli atleti della Podistica 116, a seguire Villa Pamphili 99 e LBM 91.

Giornata stupenda climaticamente il sabato, quando il nostro Alessandro Oronzini ha ritirato a Nepi i 142 pettorali e piatti in ceramica degli iscritti. Serata tranquilla da parte di alcuni dei nostri, compresa la presidente e il coach, nel famoso Hotel Falisco, con l’abituale e cortese visita dell’attuale imperatore della Tuscia Adriano Lai, che ha offerto le abituali due bottiglie di spumante post cena a tutti i Bancari che ne hanno preso parte, grazie dolce Adriano.

Questa mattina sveglia prestissimo per Alessandro Oronzini, raggiunto da Claudio Leoncini e Ignazio Farina provenienti da Roma, che hanno sistemato i Gazebo in una zona non esaltante, peggiorata dalla pioggerellina iniziata a cadere poco prima della partenza.

Alle otto era in postazione anche il coach e l’impegno è stato intenso, fortunatamente è sopraggiunta la presidente a rispondere e consegnare il tanto nuovo materiale prenotato dagli atleti.

All’interno del Gazebo funzionava il riscaldamento, che attenuava di pochissimo l’intensa umidità e  si cominciava a sentire anche la musica.

Alle 9.32 veniva dato il via alla quarantesima edizione della Tre Comuni, una gara che molti podisti adorano per il percorso tecnico e la sua bellezza. Personalmente intirizzito andavo a fare la quadratura in albergo e mi riprendevo dall’inizio di ibernazione, malgrado i cinque maglioni indossati.

Tornavo alle 10.30, in tempo per vedere l’arrivo di Carmine Buccilli, che dopo il terzo posto del 2018, vinceva per la terza volta la Tre Comuni, in 1.12.49, facendo meglio di oltre tre minuti del tempo dello scorso anno. Podio maschile completato da Emanuel Freedom e Pasquale Rutigliano.

Tecnicamente le cose migliori si registravano nella gara femminile, che presentava un podio degno di un’importante gara nazionale: Sofia Yaremchuk, Fatna Maraoui e Laila Soufiane, registravano gli ottimi tempi di 1.21.11, 1.21.25 e 1.21.52. Complimenti a Massimo Gay, lo storico organizzatore della Tre Comuni, che mette una passione inusitata nell’organizzare la sua gemma, con il quale ho avuto il grande piacere di conversare per una decina di minuti, quando stavano arrivando gli atleti da un’ora e quaranta circa. Grande Massimo, i primi anni atleta e speaker della Tre Comuni, correva e al termine della sua gara prendeva il microfono e relazionava gli arrivi, con una conoscenza tecnica fuori dal comune. Ora gli anni sono passati anche per lui, non corre, ma impiega tutte le sue forze e quelle della sua erede (come ci somigliamo!), nell’organizzazione di questa gara stupenda.

A cinquanta metri dall’arrivo riuscivo ad incitare praticamente tutti i Bancari, tutti  meno due: Daniela Gasperoni e Giovanna Iacovelli, alle quali avevo promesso il cinque prima della fine della loro gara.  Purtroppo una necessità fisiologica, due minuti prima del loro arrivo, mi ha costretto a rientrare velocemente(!) in hotel, mi scuso e le ammiro per il loro entusiasmo, coraggio e dedizione alla società: Grandissime!.

Un ultimo segnale da parte del coach: molti chiedono ad Alessandro Oronzini, quando riprenderà a gareggiare (correre – corre, tutte le mattine). Non insistete, non so come faremmo senza il prode Ale per tanti motivi, dovremmo realizzare un suo clone.

Tornando ai tempi di casa nostra, Claudio Leoncini ha considerato la gara odierna di Km 22,500 (ufficialmente 22,470 km), stesso percorso del 2016 quando la gara partì ugualmente da Civita, pertanto i tempi non sono altamente significativi.

Podio sociale maschile di grande caratura con il trio: Marco Indelicato – Nick Cardellini e Giovanni Argentieri, tutti e tre in grande spolvero, Marco secondo M50, Nick sesto M40 e Giovanni quarto Am. 23-34 anni.

Seguivano: Emiliano Fossatelli quarto M45, Roberto De Pasquali che confermava la bella prova di Miguel e l’altro Roberto, Del Negro.

Ugo Zamparelli, sesto M45, Domo Cocchia, Stefano Cina e Massimo Ciocchetti quinto della cat 23-34 anni, completavano la nostra top ten al maschile.

Dall’undicesimo al ventesimo posto sociale: Andrea Cocciolo, Vincenzo Fargione quarto M55, Simone Cucchi, Claudio Leoncini, Daniele Giannini, Angelo Mazzoli, Sergio Dina terzo M60, Simone Polidori, Roberto Viani e Riccardo Formai.

Altri:
M75:  secondo Massimo Battisti e quarto Gino Pelonara.

Un bentornato a Gerry Zingariello, che ha avuto un leggero problema a settecento metri dall’arrivo, risolto ha portato a termine la gara in 1.52.38.

Bentornato a Lorenzo Diliberto, con il suo perenne sorriso, ha terminato in un incoraggiante 1.42.11.

Benvenuto alla new entry Silvio Massidda.

Bentornato anche ad Italo Graziani, atleta storico dei Bancari Romani, che ha concluso la gara che non aveva programmato di finire.

Fra le nostre ragazze si è mostrata in ottima forma Lumi Lungu, che non solo è arrivata unndicesima assoluta in 1.35.53, ma ha dominato la sua nuova categoria F50 (mezzo secolo che compirà il giorno di San Valentino!), dando nove minuti di distacco alla seconda. Quest’anno Lumi potrà avere idee ambiziose anche per i vari titoli italiani di categoria (messaggio a Fargione!).

Non brillante e poco allenata sulla distanza Roberta Boggiatto seconda bancaria e terzo gradino del podio sociale per Chiara Franceschini, autrice di una splendida gara, nona della sua cat. F40.

Quarta Loredana Berardinelli decima F45, e quinta Lamanna Valentina, ottima corsa, secondo il personale parere con una possibilità notevole di miglioramento, sesta F35.

Seguono: Alessandra Reali, Edwige Nania, la brava Michelle Blood che prepara la maratona di Londra e la presidente Laura Duchi alla quale si chiedeva solo di arrivare, ed è arrivata.

Seguono: Federica Ronsivalle, Deborah Carai, Martina Moscetta, Antonella Grasso, Alessia Tomassini, Ludovica Baciucchi quinta cat F (23-34 anni), Lucia Chinni quarta cat F60, Maria Laura Turco, Sara Belà, Sanda Tanjala, Daniela Gasperoni e Giovanna Iacovelli. Bravissime tutte le nostre 21 ragazze.

Domenica il Trofeo Sociale riposa, anche se tanti nostri scatenati saranno in gara.

Nel corso della riunione del Comitato tecnico e del Direttivo GSBRun di venerdì 25, sono state approvate due variazioni al trofeo sociale 2019:

il 17 marzo è inserita come gara “CONSIGLIATA” la 1^ edizione della Talenti Run di 10 km

il 31 marzo la “Run for Autism” (Caracalla – 10 km) sostituirà la “Vola Ciampino” e sarà valida per la QQ

a brevissimo per entrambe la possibilità di iscriversi on line sul nostro sito.

 

LUCIANO DUCHI

 

 

Commenti

Commenti

Lascia un commento