MEZZA DEL LAGO DI VICO 10^ EDIZIONE E COMPETITIVA 9 KM: il resoconto del DT

Non possiamo iniziare questo commento, senza rivolgere alla famiglia del giudice Gianni Orsini, le condoglianze di tutti gli atleti del Gruppo Sportivo Bancari Romani.
Purtroppo Sabato mattina, mentre si accingeva alla misurazione del percorso della mezza di Vico e stava tarando il suo misuratore da inserire sulla bicicletta è stato investito da una vettura ed è morto sul colpo. Con lui operava un altro giudice misuratore, il mio amico Bianco Nicola, che si è salvato grazie alla prontezza dei suoi riflessi.
Con la tristezza nel cuore di molti e con il minuto di silenzio è partita alle 9.30 la decima edizione della mezza del lago di Vico e, dopo 5 minuti, la gara corta, competitiva su 9 chilometri.
Il tempo umido e il percorso sicuramente non velocissimo non hanno permesso grandi risultati, anche se 11 nostri atleti, 9 uomini e due donne, hanno fatto il loro personal best.
L’affettuosa coppia Leoncini-Oronzini (coadiuvata da Donna Chiara) ha ritirato i pettorali sabato nel punto vendita LBM Sport di Viale Somalia e questa mattina il buon Alessandro ha posto il furgone e il gazebo in riva al lago, spedendo numerosi messaggi per allertarci sui tanti pericoli da “autovelox” sulla Cassia, bis e normale. Il nostro vice presidente Ignazio Farina, con Andrea Cacciani, raggiungevano la postazione alle 7.45 dando il cambio a Leoncini, impegnato come pacer.
Solo alle nove, parcheggiando a 2 chilometri dalla starting line, arrivavo con Laura, in tempo per dare i pettorali alla coppia Blood-Cirillo e pochi altri, registrare un’ecatombe di ben sei no-show (saranno state le previsioni atmosferiche), per i quali abbiamo ritirato i pesanti pacchi-gara, pregando gli interessati di venirli a ritirare in sede.
Partenza alle 9.33, rapida quadratura e attesa degli arrivi.
La “mezza” di Vico ha avuto un pericoloso calo di classificati, passando da 1.060 dello scorso anno (208 donne) ai 792 (150 donne) di questa edizione, il 25% in meno, non compensato dai 58 arrivati della gara corta.
Forse bisognerà cominciare a valutare il numero eccessivo di mezze che si stanno disputando nella nostra città e nella sua provincia.
Mi posizionavo sul percorso a 400 metri dall’arrivo, incitando tutti i nostri, e non solo, fino alle due ore, poi l’umidità e la pioggia avevano la meglio ed ero costretto a fuggire. Mi scuso con tutti per non aver salutato alcuno.
La mezza è stata vinta da Luca Parisi, giovane di Romatletica, con 1.09.41, su Jacopo Boscarini 1.09.55 atleta grossetano, che conosco molto bene per averlo visto presente e vincitore in tutte le gare estive di Grosseto e provincia.
Nono assoluto e primo della categoria M45 il nostro Marco Indelicato con 1.18.04, su un quartetto di Bancari molto amici fra loro allenati dal coach: Piggi Geraldini in preparazione di Verona 1.19.23, terzo M35, Nicola Cardellini 1.19.31 quinto M40, Roberto Del Negro 1.21.26 e Alberto Mittoni 1.22.33 che esordirà in maratona a Latina, quinto M45. Tutti e quattro hanno fatto il miglior tempo sulla specifica mezza di Vico, pur avendo personali decisamente migliori.
Primo posto nella categoria M55 per Sergio Dina 1.23.51. Hanno completato la nostra top ten al maschile: Angelo Mazzoli 1.24.41, il bravo Huza Marius Razvan 1.27.54, Dorin Sirghi al personale con 1.28.32 (aveva 1.29.38 sulla Via Pacis 2017) e Simone Polinari, alla prima mezza conclusa in 1.29.17.
Seguivano: un semi ritrovato Stefano De Iulis 1.30.22, un febbricitante Riccardo Formai 1.30.36, il pio Daniele Giannini 1.30.40, il caro Paolo Piccardi 1.32.01, uno scatenato Carlo Cerioni a dieci secondi dal best 1.33.11, il velocista Marco Salera 1.34.03, Stefano Pacciani 1.34.43, il nostro Ignazio Farina che ha fatto da pacer ad Andrea Cacciani entrambi 1.34.51, Lorenzo Ferri 1.37.34.
Degli altri ottenevano il personale sulla mezza:
Salvatore Russo 1.42.33 ( aveva 1.47.05 sulla mezza estiva del Corriroma).
Andrea Papagni 1.43.17 ( 1.49.01 sulla mezza del Corriroma).
Luca Priggione Mattè 1.45.01 ( 1.51.27 sulla mezza Via Pacis)
Pasquale Antonio Papeo 1.45.50 ( 1.47.05 Via Pacis).
Marco Cavarra 1.45.54 ( 1.51.49 Roma Ostia 2017).
Massimo Pierantozzi 1.50.46 (1.50.51 Via Pacis)
Alessandro Testasgrossa 1.53.48 ( 2.00.00 Roma ostia 2017).
Stefano Bissattini 1.55.35 ( 1.59.19 Fiumicino 2016)
Da sottolineare il podio M65 con il primo posto di Claudio Nardecchia 1.38.57 e il secondo dell’inesauribile Leone Castellana (3000 di Emilio il sabato pomeriggio) 1.44.44. Quarto posto della categoria M70 per il nostro Ammiraglio Giovanni Castaldi.
Fra le nostre pulzelle primo posto sociale per Claudia Branchi, prima F50, in 1.39.15, seguita da Cristina Dumitriu 1.41.20, una splendida Francesca Giambuzzi al personale con 1.42.08 ( aveva 1.43.46 Fiumicino 2016), Laura Duchi 1.43.12, Chiara Franceschini 1.44.34.
Completavano la nostra top ten al femminile: Loredana Beradinelli 1.48.26, la brava Edwige Nania al personale con 1.49.33 ( 1.50.16 sulla Via Pacis), Stefania Agliata 1.54.01, Maria Laura Turco, quinta F55, 1.55.59 e Marilena Di Benedetto 1.57.22.
Dopo di loro: Sara Belà 1.57.31, Mara Schio 1.58.05, Michelle Blood 2.02.00, Lucia Chinni 2.07.04, Antonia Catini 2.15.57 prima F70 e Maria Antonietta Milone 2.21.57 prima F65.

Sabato pomeriggio, al 3.000 di Emilio presso lo stadio Nando Martellini, il nostro Leone Castellana ha vinto una bicicletta assistita come premio ad estrazione post gara tra coloro che avevano partecipato e il suo nominativo è uscito dopo che i precedenti 11 erano risultati corrispondenti a partecipanti non presenti in quel momento ! E’ cosa notoria da tempo quanto il nostro Leone sia dotato ….ma non si era ancora a conoscenza del fatto che lo fosse anche relativamente al lato B !

Sabato prossimo alle Terme la staffetta 12x 1 ora, con una squadra femminile importante e la migliore maschile competitiva.
Mercoledì 1 Novembre la Corsa dei Santi, domani scadono le iscrizioni, per ora siamo la bellezza di 171 iscritti, speriamo di poter consegnare i pettorali i giorni precedenti in sede, seguirà comunicazione.

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento