OSTIA IN CORSA 16^ EDIZIONE – il resoconto del DT

Buona la prima al rientro estivo. Si torna al campionato sociale e sono ben 106 gli atleti, nostri tesserati, che concludono la gara, dandoci il primo posto per società, seguiti dai ramarri di Villa Pamphili con 79 e da Runners for Emergency con 44.

Lo scorso anno, con percorso diverso e ridotto, furono i ramarri a vincere con 95, seguiti dai Bancari 86 e R.F.E. 66.

Parziale recupero dei classificati totali della gara competitiva: oggi 745, lo scorso anno 668, ma i mille classificati superati nel 2014 sono lontani.

La gara pur presentando  un tratto sterrato, è completamente pianeggiante e con poche curve (leggi analisi Claudio Leoncini nella presentazione), per questo personalmente non riesco a capire quanto i tempi vengano penalizzati rispetto ad una dieci chilometri veloce: caldo, umidità e sterrato, non sono sufficienti a spiegare la differenza cronometrica con le altre veloci dieci.

Un campione rappresentativo dei nostri atleti, preso a caso, può rendere l’idea.

Ho messo a confronto i risultati di una dieci chilometri veloce (Best Woman 2017) e la gara di oggi. Ovviamente c’è di mezzo l’estate, le vacanze, spesso i pochi allenamenti effettuati, l’aumentato peso (non per tutti) e altre cause, ma le distanze in alcuni casi sono abissali:

Best Woman 2017                                         Ostia in Corsa 2018

Indelicato       35.33                                      Indelicato        35.40

Del Negro       35.15                                      Del Negro       36.50

Geraldini         35.23                                      Geraldini         38.05

Ferrante F       37.10                                      Ferrante F       39.28

Mazzoli           37.37                                      Mazzoli           40.01

Giannini D      38.44                                      Giannini D      40.55

Sannia             38.48                                      Sannia             43.20

Farina I           39.53                                      Farina              43.15

Pacciani S       41.02                                      Pacciani S       44.09

Mascaro          41.10                                      Mascaro          43.06

Polverini A     42.45                                      Polverini          44.25

Passa M          50.00                                      Passa M          56.09

Dell’Abate      52.45                                      Dell’Abate      56.28

Cacchioni        54.15                                      Cacchioni        53.07

Terrasi             1.10.33                                   Terrsasi            1.22.04

Lungu L          39.52                                      Lungu L.         41.35

Franceschini    44.15                                      Franceschini    45.02

Giambuzzi      44.36                                      Giambuzzi       47.25

Beradinelli      44.56                                      Berardinelli     47.08

Dumitriu         45.03                                      Dumitriu         46.54

Duchi La         45.18                                       Duchi La         47.09

Ciboddo         47.40                                      Ciboddo          51.03

Smolyar          48.20                                      Smolyar           50.28

Tertulliani       51.30                                      Tertulliani        59.11

Belà                52.22                                      Belà                 56.12

Turco              52.48                                      Turco               59.13

Milone            59.26                                      Milone             1.06.03

Catini              59.59                                      Catini              1.08.39

 

Forza ragazze e ragazzi, iniziamo la dieta MdM (la famosa magna di meno), ritorniamo a fare chilometri, affronteremo gare più veloci e le distanze sui tempi non saranno così elevate

Tornando alla gara di oggi, solito impegno di Claudio Leoncini e Alessandro Oronzini nel ritirare i pettorali il sabato presso LBM Sport, apertura del Gazebo questa mattina da parte dell’immarscescibile Alex Oronzini accompagnato da donna Chiara e Claudio Leoncini, raggiunti dal nostro prode vice-presidente Ignazio Farina con Manuel Arrigoni e alle 8.30 dalla presidente Laura e da “schiena ruggente” il coach Luciano Duchi.

Ovviamente la location scelta dal Pio Oronzini per sistemare gli articolati Gazebo, ricalcava la vecchia canzone “ Voglio vivere così…con il sole in fronte!”…anzi negli occhi, rendendo praticamente invisibili gli atleti bancari che si presentavano a ritirare il pettorale.

Rapida quadratura e alle 9.30 la puntuale partenza della gara.

Mi sistemavo al terzo chilometro e vedevo il passaggio di buona parte dei nostri eroi, accanto al fedele bastone-sedia e accanto al fotografo Antonio Rea, che si era procurato una scaletta e faceva le foto con la sua fedele macchina, come fa da tempo immemore.

Mi trasferivo in pineta a pochi metri dalla finish line e vedevo il facile arrivo del vincitore della gara maschile Rafal Norwing di LBM  che precedeva di quasi un minuto il noto Pasquale Rutigliano.

Primo della nostra pattuglia Marco Indelicato, in ottima forma,  35.40, settimo assoluto e secondo M45. Lo seguiva in 36.50, undicesimo assoluto e terzo M40, il bravo Roberto Del Negro, che ha iniziato le dodici settimane della preparazione della maratona e migliora a vista di…falcata, con un ultimo chilometro molto veloce. Terzo gradino del podio bancario la new entry Emiliano Fossatelli che fa il suo ingresso nella nostra “All time” sulla distanza con il tempo di 37.22, precedendo l’altra new entry, Fabio Erobusti, di sette secondi, 37.29. Quinto gradino sociale Alberto Mittoni 37.57 ancora non al meglio, davanti ad un cauto Piggi Geraldini 38.05.

Ottimo rientro al settimo posto sociale di Davide Braccini detto da me “Priamo” per la sua numerosa e simpatica prole (sei figli) giunto in 39.27, superando di un secondo grazie al “real time” il nipote d’arte Francesco Ferrante, ottavo bancario in 39.28.

Completavano la nostra top ten maschile: Vincenzo Fargione 39.50, secondo M55 e Angelo Mazzoli, cinquantesimo assoluto, decimo bancario in 40.10.

Degli altri Bancari, premiati di “categoria”:

Claudio Nardecchia, secondo M65 45.04.

Massimo Battisti, terzo M75  52.55.

Ci sono stati anche tre “Bancari” che hanno fatto il loro personale sulla distanza:

Ghislandi Francesco 42.04 (aveva 43.46 Miguel 2018)

Francisci Fabio 46.56 ( 47.12 Rincorriamo la pace con Emergency 2018).

Dominci Stelvio: 56.07 ( 57.45 Bravetta 2018)

Ha esordito come Bancario sulla distanza dei 10 Km:

Alessandro Fraschetti 53.52

Oltre alle due importanti new entry: Emiliano Fossatelli e Fabio Erobusti.

Un affettuoso “bentornato” al nostro Diggì Vittorio Iannucci che ha terminato in un buon 58.55.

Fra le donne vittoria della dolce Elisabetta Beltrame in un ottimo 37.09 e ben sei “bancarie” fra le prime venti assolute:

Primo gradino del podio Bancario per l’ottima Roberta Boggiatto, quarta assoluta e prima F50 in 40.42, seguita da Lumi Lungu, sesta assoluta 41.35, Chiara Franceschini dodicesima assolute e terza F40 45.02, ottimo rientro di Cristina Dumitriu sedicesima assoluta 46.54, Loredana Berardinelli e Laura Duchi separate da un solo secondo, 47.08 e 47.09, diciannovesima e ventesima assoluta.

Completavano la nostra top ten al femminile: Francesca Giambuzzi, felice del risultato e terza F35, 47.25, Alessandra Reali 48.10, Giulia Faggi 48.29 e Simona Cuculi 48.50.

Delle altre a premio di categoria:

Maria Antonietta Milone seconda F65  1.06.03

Antonia Catini, seconda F70  1,08.39.

Sette nostri atleti, quattro donne e tre uomini, al Trofeo delle Sette Contrade ad Orte, seguirà comunicato a cura della responsabile Edwige Nania.

 

LUCIANO DUCHI

Commenti

Commenti

Lascia un commento