Trofeo Lidense 2019: scheda tecnica

Giunto alla 22^ edizione, il Trofeo Lidense (una delle più longeve e partecipate gare podistiche che si disputino interamente all’interno del municipio ostiense) conferma la location di partenza a arrivo del 2018 a Piazza Anco Marzio (il cosiddetto “salotto buono” di Ostia) nel cuore dell’isola pedonale e questo permette una più agevole organizzazione logistica della gara.

Il coordinamento generale, a cura della Run Race Management di Giancarlo Melini e Roberto Burtone, ha cercato di risolvere le piccole problematiche sorte lo scorso anno sia a livello tecnico (mancavano circa 300 mt alla distanza prevista dei 15 Km) e sia a livello logistico con la difficile scelta (probabilmente obbligata) di percorrere al ritorno la stessa corsia di lungomare utilizzata all’andata. Pertanto il percorso 2019 è sostanzialmente molto simile allo scorso anno ma con alcune variazioni migliorative.

Il Trofeo Lidense si è ormai consolidato su un numero di classificati attorno alle 1.500 unità (1.440 arrivati nell’edizione 2018) a testimonianza di un’organizzazione sempre efficiente e di una distanza di gara che piace molto ai podisti (non a caso anche la Roma Urbs Mundi ha optato, dal 2017, per i 15 km con riscontri numerici al di là di ogni aspettativa) ma ancora poco sfruttata dagli organizzatori a vantaggio delle classiche 10 km (ormai con le nuove norme, “almost 10 Km”)

Il tracciato è quanto di più piatto si possa pensare in generale ma, d’altra parte, a Ostia è quasi impossibile immaginare il contrario e pertanto le uniche insidie possono essere ricondotte alla presenza di vento lungo i tratti esposti e al breve cavalcavia ferroviario in entrata e in uscita dalla pineta.

                                           Percorso 2019 – cliccare sull’immagine per ingrandire

Partenza alle ore 10:00, come detto, all’interno di Piazza Anco Marzio e subito decisa svolta a sinistra per il Lungomare Paolo Toscanelli (corsia contromano) direzione sud-est. Dopo circa un km si è in prossimità di Piazzale Magellano laddove partiva la gara fino al 2017. Si prosegue aggirando Piazza Sirio e proseguendo all’interno lungo via delle Quinqueremi fino a Via della Bussola per prendere il Lungomare Duilio poco prima dell’incrocio con Via dei Pescatori (km 2,6 circa)

Si oltrepassa il canale e si svolta subito a sinistra su Viale Mediterraneo e finalmente si entra in Pineta.

Ora sono previsti i classici 9 km circa all’interno della riserva naturale del Litorale romano con il consueto giro in senso orario: viale Mediterraneo, via della Villa di Plinio in andata e ritorno (ma con giro di boa a circa metà), via del circuito (tratto sterrato di circa 2200 mt a partire dal Km 6), laterale della Cristoforo Colombo, Via della Gran Pavese (la parabolica), nuovamente Viale Mediterraneo e uscita dalla pineta più o meno in corrispondenza del cartello del 12° km.

Usciti dalla Pineta, gli ultimi 3 Km sono identici ai primi tre e quindi Lungomare Duilio, Via della Bussola, Via delle Quinqueremi, attraversamento di Piazza Sirio e successivamente Piazzale Magellano per riprendere (poco dopo il cartello del 14° km) il lungomare Toscanelli (corsia di mano) fino ad un’ultima svolta decisa a destra a circa 100 mt dal traguardo che si taglia in senso contrario alla partenza all’interno di Piazza Anco Marzio.

I ristori sono posizionati al 5° Km circa e al 10° Km circa.

Il tempo massimo di gara è fissato in 1h53’00” ovvero alla media di 7’30″/m circa.

Le premiazioni riguardano i primi 5 assoluti uomini e le prime 3 assolute donne e le consuete categorie Fidal con il seguente dettaglio:

 

  • SM, SM35, SM40, SM45, SM50, SM55: primi 10
  • SM60, SM65: primi 5
  • SM70, SM75, OVER 80: primi 3
  • SF, SF35, SF40, SF45, SF50: prime 5
  • SF55, SF60, OVER 65: prime 3

 

CLAUDIO LEONCINI

Commenti

Commenti

Lascia un commento